Delegare, o come dicono gli anglofoni fare staking, ha una duplice utilità all’interno dell’ecosistema Cardano. La prima è quella di aumentare la sicurezza della blockchain stessa, la seconda è la generazione di ricompense, in inglese rewards, per i deleganti. Ciao io sono Giovanni, lo Stake Pool Operator della pool Easy Staking Pool, ticker EASY1 ed in questo articolo approfondiremo brevemente questi due concetti.

Il meccanismo del consenso in Cardano

Per iniziare è necessario capire perché nelle blockchain si parla di consenso. Nei sistemi distribuiti sarebbe preferibile se non ci fosse un’autorità centrale che rivesta ruolo di garante della validità e veridicità delle informazioni. I sistemi che prevedono un’autorità centralizzata sono vulnerabili poiché le informazioni risiedono tutte in un posto, una volta manomesse le informazioni nell’autorità centralizzata, il sistema è compromesso. Nel mondo delle blockchain, il consenso è quel meccanismo che garantisce ai partecipanti di essere d’accordo, in un qualsivoglia momento temporale, su una singola versione della verità. In questo modo è possibile la coesistenza di molteplici ed indipendenti autorità e per tale motivo il potere è distribuito, anziché centralizzato.

Cosí come si evince dal nome, le blockchain sono catene, o meglio sequenze, immutabili di blocchi di informazioni, dove ogni blocco contiene i dettagli di transazioni economiche. Si parla di raggiungimento del consenso quando almeno il 50% dei partecipanti concordano su quale sia la catena legittima di blocchi, cosí da evitare che attori maliziosi possano aggiungere blocchi fraudolenti ed illegali.

Nel panorama delle blockchain ci sono due meccanismi di consenso principali: il Proof of Work (implementato ad esempio da Bitcoin ed Ethereum) ed il Proof of Stake (implementato ad esempio da Cardano, Tezos e Dot). In questo articolo approfondiremo il meccanismo utilizzato dalla blockchain Cardano e cioè il Proof of Stake.

Partecipazione e Delega

Nella blockchain Cardano, la cui moneta si chiama Ada, le Stake Pool, sono sistemi informatici che rappresentano i partecipanti al processo di consenso. La gestione di uno Stake Pool, però, richiede competenze tecniche specializzate ed i possessori di Ada potrebbero non essere interessati a questo tipo di attività. Per tale motivo è stato introdotto il concetto di delega (o staking) secondo cui è possibile partecipare al consenso semplicemente possedendo degli Ada e delegando ad una Stake Pool. In questo modo, sebbene il possessore di Ada non stia di fatto partecipando in senso stretto al protocollo di consenso, essi stanno invece delegando il diritto di partecipare ad uno Stake Pool Operator. Quest’ultimo a seconda della quantità di Ada delegati alla propria pool, genererà più o meno blocchi. 

Il dipartimento di ricerca e sviluppo della fondazione Cardano ha rilasciato un documento scientifico, disponibile qui, in cui è stato dimostrato che maggiore è la quantità di Ada circolante delegata alle Stake Pool e più alta è la sicurezza della blockchain.

Ricompense

Accanto ad una utilità strettamente tecnica, partecipare al consenso offre anche un vantaggio dal punto di vista economico. Sia gli Stake Pool Operator, che i delegator hanno accesso a ricompense periodiche. 

Il rendimento annuale si aggira intorno al 5% e le ricompense vengono pagate periodicamente. Il tempo, nella blockchain Cardano, è diviso in epochs, epoche in italiano, ove ogni epoca dura 5 giorni. Deleganti e Stake Pool Operators riceveranno le ricompense alla fine di ogni epoch. Di seguito una tabella riassuntiva sulla tempistica delle ricompense.

Delegare i propri Ada quindi, non solo aiuta alla crescita della sicurezza e della decentralizzazione della blockchain Cardano, ma consente anche ai deleganti di guadagnare passivamente (passive income) senza dover muovere un dito. 

Contribuisci anche tu alla sicurezza della blockchain Cardano ed approfitta delle ricompense in Ada delegando ad una Stake Pool come EASY1.

L’autore

Giovanni Gargiulo è un ingegnere del software con più di quindici anni di esperienza in sistemi distribuiti. Egli è inoltre lo Stake Pool Operator (SPO) del pool EasyStaking (web: http://easystaking.org/). EasyStaking, il cui ticker è EASY1, è una Stake Pool professionalmente configurata che, attraverso l’utilizzo di processori di tecnologia ARM, consente allo SPO di mantenere i costi di gestione bassissimi e garantisce ai deleganti il massimo dei reward. Giovanni è inoltre impegnato nella creazioni di contenuti sia educativi che tecnologici sulla blockchain Cardano e di recente ha intrapreso il cammino per imparare ad implementare Smart Contracts in Cardano.

Puoi interagire con Giovanni e scoprire di più sul Pool attraverso il suo profilo twitter: https://twitter.com/CryptoJoe101/status/1341363776281571330

Per rimanere invece sempre aggiornato sulle ultime news, sia di natura tecnologica che non, iscriviti al suo canale YouTube. https://www.youtube.com/channel/UCLHorSv3uqGTgkX-OsBLwAg

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui