Chi ha seguito da vicino lo sviluppo del mercato cripto degli ultimi giorni ha assistito ad uno dei crolli più bruschi degli ultimi mesi. Una situazione che però, almeno secondo diversi analisti, sta offrendo una grande opportunità di entrare nel mercato con prezzi molto vantaggiosi e che potrebbe essere ottimo in prospettiva futura sia nel medio che nel lungo periodo.

Oggi per criptocardano Mariano Monaco, analista di mercato e founder del blog, che ci da un suo punto di vista su quanto accaduto ieri e una previsione sul futuro.

Quello di ieri non è stato né sarà l’ultimo crollo del mercato cripto. Dobbiamo imparare che questo è un viaggio lungo, su un terreno frastagliato e pieno di insidie. I meno esperti saranno tentati a vendere al primo cenno di perdite, i più esperti trarranno profitto a breve termine, mentre gli Hodler, se saranno pazienti, non resteranno delusi dalla loro scelta. Lo scoppio della bolla del 2017 ha lasciato in tutti un trauma difficile da dimenticare. Eppure il mercato oggi è cambiato. Parliamo di una mercato (ndr. quello delle cripto) che sta cambiando radicalmente e che è sempre più accettato dalle grandi multinazionali. Anche l’Euro, il Dollaro e tutte le altre monete FIAT si stanno digitalizzando, il problema è che non smettono di essere vittime d’inflazione e in mano a grandi governi, per questo non potranno mai spegnere la fiamma delle criptovalute.  

Previsione nel breve periodo:

Ad oggi credo che il crollo non sia del tutto finito. Personalmente credo que fino a Luglio navigheremo con una tendenza al ribasso o comunque stabile. Non prevedo un grande salto in avanti, ma sono fiducioso nel lungo periodo. Nessuno ne parla ma il 28 giugno scadranno i contratti di features di bitcoin. Come abbiamo assistito in passato questo genera sempre dei crolli importanti (prima) ma poi il mercato si riprende e anche velocemente. 

Il futuro nell’ecosostenibilità, perché scegliere Cardano e abbandonare bitcoin:

In un mondo dove si cercano soluzioni alternative alla plastica, si producono auto elettriche per ridurre le emissioni di Co2, si costruiscono più piste ciclabili che autostrade, è impensabile che il mining possa continuare ad esistere nel lungo termine, basta analizzare i dati che abbiamo alla mano. La pressione che ha fatto il governo cinese costringendo la chiusura di “miniere di bitcoin” è solo l’inizio e presto molti altri paesi seguiranno portando alla caduta di bitcoin. Un cambio di rotta credo sia necessario. Cardano in questo senso credo possa essere il futuro. Non mi piace pensare ad una criptovaluta solamente per il suo potere speculativo, ma più per il suo potenziale nel poter migliorare il mondo e in questo Cardano non ha rivali. Il progetto Cardano Africa ne è la prova. 

Alonzo sarà il motore della ripresa

Il lancio di Alonzo porterà con se numerose novità, primo tra tutti gli smart contracts.  È un passo in avanti importante che potrebbe generare un forte interesse verso il progetto Cardano soprattutto da parte degli utenti di Ethereum che ad oggi pagano commissioni altissime. Come accaduto a Febbraio il valore di ADA potrebbe addirittura moltiplicarsi x10, è un ipotesi molto concreta.

Un consiglio alla community di criptocardano? delegare! e non investire mai oltre le proprie possibilitá

Lo staking Pool (delegare), ha una duplice utilità all’interno dell’ecosistema Cardano, aumentare la sicurezza della blockchain e generare profitti. Noi di criptocardano lo abbiamo fatto attraverso Easy Staking Pool. É una buona forma per collaborare e sentirsi a pieno parte del progetto.

L’altro consiglio, il più importante, si può estendere a tutto il mondo degli investimenti; É impossibile prevedere il futuro, per tanto consigliamo di investire nei limiti delle proprie possibilità e informandosi sempre su cosa si sta acquistando.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui